Eto’o: “Anche i cinesi sanno ora chi sono io”


Colui che questa estate ha firmato con l’Anzhi di Makhachkala, andando a rifuggiarsi nel nulla diventanto anche il calciatore più pagato al mondo, assicura che il denaro non è stata la motivazione primaria che l’ha spinto ha lasciare i nerazzurri e che ciò che egli è orgoglioso del fatto che i loro genitori entusiasti che ha porta il suo nome in tutto il mondo.

“I miei padri sono fieri che lascio il mio cognome su tutto lo alto e anche il nome del Camerun in un’intervista pubblicata oggi da ‘France Football’.

Il exdelantero di Maiorca, Barcellona e Inter, che ora si trova in terre russe e con un conto in banca di 20 milioni.

“Qui niente è impossibile. Il proprietario (Suleyman Kerimov) può comprare quello che vuoi. Ma ci sono anche essere disposti a venire. Questa è una delle mie missioni.

Annunci
di Publionline2000 Inviato su Serie A