Romario chiede aiuto al Presidente per salvare il Brasile


Furibondo si mostra davanti alla tv, dopo aver visto i verdeoro contro gli argentini in quel che ogni anno ci celebra in commemorazione del super-classico.

L’ex fuoriclasse non si morde la lingua quando deve parlare e le manda a dire a tutti per la vergogna che ha dovuto subire al seguire la sua nazionale e questo è stato il motivo sufficiente per chiedere a Dilma Rousseff, capo del governo, che prenda misure urgenti se non vuole vedere la “canarinha” fuori alla fase a gironi al mondiale che dovrebbero organizzare tra poco.

Da la colpa a Mano Menezes per non dare una identità alla squadra, non ce una mano dura per scuotere i ragazzi, Baixinho, riferisce che è un ct pauroso e che non toglie mai fuori quelli scarsi, tenendo sempre in campo quelli fiacchi e coloro che la palla la vogliono non tra i piedi. Con toni duri, affermando che è un cretino che fa entrare Leandro Damiao negli ultimi 21 minuti, un fuoriclasse come lui, capocannoniere, non ci sta ne in cielo ne in terra e parla anche dei fischi che riceve ogni volta Neymar, dandogli la colpa per non forgiare creare gioco attorno a lui, solo cosi si darebbe un’impronta decisa, quello che il pubblico vuole e non ha per ora. Le sue dichiarazioni sono su Fb. Per la cronaca hanno vinto con una celesta mai pervenuta definita da tanti la peggiore di sempre, ovvio non c’era Messi.

Advertisements
di Publionline2000 Inviato su Serie A