Le future stelle del Sudamericano Under-20


Il sudamericano U20 è iniziato mercoledi e lo fa con il Brasile come il favorito. Il ‘canarinhá è la squadra da battere nel torneo che si terrà dal 9 gennaio al 3 febbraio. Un campionato dove ci godiamo le grandi promesse del calcio sudamericano. Molti giovani talenti e un unico obiettivo: diventare il re del Sud America e di garantire la presenza in Coppa del Mondo.

Dieci squadre, 35 partite, innumerevoli grandi giocatori che cercano di eccellere nella vetrina continentale. Due gruppi di cinque, tre qualificazioni per gruppo e un finale di campionato tra i sei scelto per decidere la Coppa del Mondo a quattro posti. Non sono quello che sono, ma gran parte del futuro nel mondo del calcio sudamericano. Analizziamo, di selezione delle squadre, i giocatori da seguire. Sono le più grandi star del sudamericano U20.

– CILE: Diego Rubio (Sporting del Portogallo – Forward). Il ‘Bird’ è la grande speranza di Mario Salas combinate. Anche se costituita nel Catlólica Università, abbagliato molto presto al Colo Colo e firmato nell’estate del 2011 da Sporting de Portugal. Firmato per cinque stagioni, la punta cilena ha alternato la prima squadra con le riserve. Combattente instancabile, noto per il suo tiro potente.

– URUGUAY: Nicolás López (Roma – Forward). Uno dei giovani talenti emergenti del calcio uruguaiano. Ha fatto il suo debutto nella prima divisione di Uruguay con 17 e venne a Roma nell’inverno della scorsa stagione. Quest’anno, al suo debutto con la prima squadra, il ‘coniglio’ e ha offerto un buon esempio della sua qualità con un gol spettacolare contro il Catania.

– VENEZUELA: Josef Martinez (Young Boys – Forward). Questo fronte è spesso conciata dalle prime ore della seconda divisione al debutto con la venezuelana Caracas nella massima serie. La sua altezza 1,69 lo rendono una punta sfuggente e veloce con troppo pieno ad alta capacità. Con 17 anni ha debuttato nei primi mesi del Venezuela Cesar Farias ha fatto il suo debutto con l’assoluto contro il Paraguay, dove ha sorpreso dal suo buon senso tremendo.

– PERU: Cristian Benavente (Real Madrid Castilla – Trequartista). Madre naturale di questo di Madrid, ma il Perù è uno dei riferimenti di Ahmed Daniel insieme. Trequartista creativo con buona padronanza di entrambe le gambe e una visione di gioco principale, la presenza alternata nel primo e secondo ramo del target impostato. Egli è chiamato ad essere l’asse attorno al quale si muovono combinato peruviano.

– BOLIVIA: Ricardo Vaca (Recreativo de Huelva – Centrocampista). “Riky” ottunde nel sud della Spagna al novellame Recreativo Huelva, mentre Sergi Barjuán, allenatore prima squadra, non rimuovere l’effetto occhi. Centrocampista difensivo che ha una grande leadership con il debutto assoluto in amichevole. Il saldo boliviano dipende in gran parte le sue prestazioni.

– BRASILE: Rafinha (Barcellona B – Centrocampo). Poco si può dire della Alcántara più giovane non è noto. Siamo probabilmente alla grande figura del torneo. Di qualità indiscutibile e grande display fisico, il fratello di Thiago è il leader del Barca controllata e suoni e nelle piscine alla chiamata della Coppa del Brasile, futuro del mondo. A differenza di suo fratello, Rafinha ha deciso di giocare con il ‘canarinhá. Ha abbastanza qualità ad esso.

– ARGENTINA: Iturbe (Porto – Forward). La sua esplosione in U-20, 2011 e la sua buona prestazione con il Cerro Porteño lo pose nell’orbita della più grande più in Europa. Real Madrid o Manchester United, tra l’altro, suonava come location per l’attaccante elettrica e abile. Ma ha firmato per il Porto e mentre molti si aspettavano un turbine di talento Dragao, non Iturbe terminare l’inserimento della squadra dopo la stagione e mezzo. Nel vostro paese avranno l’opportunità di reinvindicarse.

– COLOMBIA: Juan Fernando Quintero (Pescara – Centrocampista). Formatisi nel Atletico Nacional Medellin, è diventata una delle più grandi sorprese della Serie A italiana. Al volante della neopromossa Pescara, Quintero è già nel mirino di calcio Inter grande o Juve. Organizer grande con la lettura del gioco e grandi risorse con la palla tra i piedi, minacciando il suo tiro dalla distanza. Ha debuttato con la nazionale maggiore.

– ECUADOR: Pedro Pablo Velasco (Barcelona Sporting Club – lato destro). Sarà il giocatore più decisivo, ma sicuramente quello con più proiezione dell’Ecuador combinato. La sua versatilità per spostare la sapiente guida permeabilità centrocampo e dimostra la sua capacità di adattamento. Ex marchio Deportivo Quito e Barcelona Sporting Club incorporazione, è destinato a diventare uno dei più grandi sensazioni del torneo.

– PARAGUAY: Derlis Gonzalez (Benfica – Forward). A soli 15 anni debutta con Rubio Nu in Paraguay massimo. Il suo gioco intelligente e capacità di superare i suoi avversari come punto di riferimento per l’offensiva futuro del Paraguay. Per ora, a 17 anni e, Derlis e seguire i passi del grande ‘9 ‘tempo paraguaiano Oscar Cardozo. Nel Sud America avrà una buona occasione per confermare il suo imminente sviluppo.

Annunci
di Publionline2000 Inviato su Serie A