L’Interpol cerca a Rincon


L’Interpol ha emesso attraverso il suo sito web una circolare che si estende ad un mandato di arresto contro il colombiano Freddy Rincón ex calciatore, indagato per il reato di riciclaggio di denaro.

Secondo i media colombiani, l’ex giocatore del Real Madrid è sotto inchiesta per presunti legami con un narcotrafficante brasiliano e poi catturato, Pablo Rayo Montaño. Nel mese di maggio è stato collegato con un complotto internazionale traffico di droga. Ora Rincón, che ha un processo aperto a Panama per il riciclaggio di denaro, sarà cercato nei 186 paesi in cui il suo volto sta circolando Interpol.

“Non ci sono prove contro di me. Ho un avvocato a Panama, che parlerà al giudice”, ha detto a Semana.com.

I fatti risalgono al 2007, quando, su richiesta di giustizia di Panama, di fronte un’inchiesta con l’accusa di riciclaggio di denaro della droga. In quell’anno, il giocatore è stato arrestato nella città brasiliana di San Paolo, dove ha vissuto, ed è stato accusato per possesso di fondi illegali.

Secondo l’accusa panamense, è stato un presta nome per l’acquisizione di una società di pesca beni a Panama, Nautipesca, sequestrati nel corso di un’operazione contro il gruppo. Tuttavia, ha anche riconosciuto nel 2007 ha investito 200.000 dollari in una società di attrezzature per la pesca di proprietà di Ray. Rincon, che è tornato in Colombia e potrebbe diventare consulente tecnico América de Cali, ha ricordato che è stato arrestato in Brasile quattro mesi e mezzo e, durante quel tempo, ha dato la prova che tutto il denaro investito in Panama era un prodotto del suo lavoro.

Advertisements
di Publionline2000 Inviato su Serie A