Si compiono 42 anni dal debutto del New York Cosmos


Ieri non è stata una giornata come le altre, 42 anni fa, il New York Cosmos gioco la sua prima partita nella ormai scomparsa North American Soccer League, nel primo tentativo di introdurre il calcio nel paese americano. In quella partita persero 2-1 con il Saint Louis davanti a 3701 persone al Busch Memorial Stadium.

Il primo gol della storia della squadra della “Grande Mela” è stato segnato da Randy Horton e quello della vittoria fu di Wilberforce Mfum. Da quel momento raggiunse un successo moderato, nel 1972 vinse il suo primo titolo ma il pubblico americano ancora non era stato conquistato.

Con la delusione di non riuscire a coinvolgere il pubblico nel 1975 contrattano la leggende del calcio brasiliano, Pelè. Se in principio erano poco più di 3.000 persone, con lui la media del 1978 è stato di 48000 persone.

Con la garanzia del successo assicurato, il club ingaggio altre stelle: il tedesco Franz Beckenbauer, Carlos Alberto, italiano Giorgio Chinaglia e poi è venuto l’olandese, ex Barcellona, ​​Johan Neeskens.

La prima avventura duro fino al 1985 quando scompare il club, ci sono voluti ben 25 anni e nel 2010 è stato rifondato con Pelè come Presidente Onorario e con una nuova immagine aziendale. Eric Cantona è stato aderito allo staff come direttore sportivo nel 2011.

Per seguire la stessa filosofia degli anni settanta, arrivarono stelle come David Beckham, Thierry Henry, Juninho e Rafa Marquez Robbie Keane per rivitalizzare il campionato.

Advertisements
di Publionline2000 Inviato su Serie A